ISOLA DI MADEIRA, I TREKKING PIU’ BELLI

Camminando nei luoghi più suggestivi al mondo

I migliori trekking a Madeira

E dopotutto ci sono tante consolazioni!
C’è l’alto cielo azzurro, limpido e sereno,
in cui fluttuano sempre nuvole imperfette.
E la brezza lieve
e, alla fine, arrivano sempre i ricordi,
con le loro nostalgie e la loro speranza,
e un sorriso di magia alla finestra del mondo,
quello che vorremmo,
bussando alla porta di quello che siamo.

(Fernando Pessoa)

Infografica Isola di Madeira per i trekking

Appena atterrerete a Madeira, nel suo inconico aeroporto, capirete di essere appena stati catapultati in un mondo di avventure senza fine, dove la natura selvaggia si fonde con panorami mozzafiato e la serenità abbraccia ogni passo.

Non a caso, Madeira, un gioiello nascosto nell’Atlantico, rientra di diritto in uno degli autentici paradisi naturali in grado di offrire esperienze indimenticabili a tutti gli escursionisti e non solo.

Con i suoi paesaggi mozzafiato, le montagne che si innalzano sopra le nuvole e le sue lussureggianti foreste, l’isola lascia tutti a bocca aperta e permette di vivere, passo dopo passo, la pura meraviglia della natura.

Levada e montagne, rocce scure e spiagge dorate, foreste tropicali e paesaggi alpini. Vivere Madeira è come viaggiare in molteplici continenti, senza mai abbandonare il comfort di questa autentica perla portoghese.

Vi piace camminare ma anche andare alla scoperta del mondo sottomarino? Allora non potete perdervi una fuga nella vicina Isola di Porto Santo: una vera e propria un’immersione nell’incanto naturale di quello che è… il meraviglioso Arcipelago di Madeira! ♥

ALLA SCOPERTA DELL’ EDEN NATURALE: I MIGLIORI TREKKING NELL’ISOLA DI MADEIRA

Un autentico paradiso naturale incastonato nell’Atlantico. Con i suoi paesaggi mozzafiato, le sorprendenti montagne e le lussureggianti foreste, Madeira è considerata davvero il paradiso degli escursionisti, in grado di offrire un’esperienza davvero unica per tutti gli amanti del trekking.

Ecco i 5 migliori percorsi escursionistici attraverso le meraviglie naturali di questa superba isola portoghese.

Fare trekking a Madeira

PICO DO AREEIRO – PICO RUIVO 12 km a/r| 900 m. disl. | durata 6 ore a/r

In assoluto l’escursione più bella e indimenticabile di tutta l’isola, se non una delle più emozionanti al mondo.
La scalata ai due picchi più alti dell’isola, Pico Ruivo (1.861 metri) e Pico do Areeiro (1.818 metri), offre un’esperienza unica in grado di offrire panorami mozzafiato, merito delle montagne che si elevano dall’Oceano e delle nuvole tutto intorno capaci di creare uno spettacolo talmente surreale da farti sentire in cima al mondo!

La partenza dell’escursione è prevista direttamente dal Pico do Areeiro a quota 1.810 m., raggiungibile in auto da Funchal in circa 40 minuti.
Importante sapere che se si decide di raggiungere Pico do Areeiro in auto, sarà necessario effettuare il percorso in andata e ritorno, sulla stessa via. Doppiamente meraviglioso per gli occhi, ma decisamente faticoso per le gambe. L’importante è partire preparati. Parliamo di quasi 1.000 m. di dislivello.
In alternativa all’auto, è invece possibile rivolgersi alle numorose compagnie locali che organizzano le escursioni transfer da Pico do Arieiro a Pico Ruivo con arrivo all’inizio del percorso e ripartenza presso Achada do Teixeira. In tal caso, si risparmia un bel po’ di fatica, con una distanza complessiva di 10 km circa.

Qualsiasi sia il mezzo prescelto, il consiglio è sicuramente quello di arrivare in cima all’alba per poter godere dello spettacolare evento immersi in un mare di nuvole: davvero un panorama da sogno!

Si capisce di essere arrivati alla partenza del Pico non appena spunta fra le montagne il radar dell’aeronautica.
Ed è proprio da qui, che ha inizio l’iconico sentiero PR1 Vereda do Areeiro, che fra tunnel scavati nella roccia, creste rocciose e continui saliscendi, permette di raggiungere in circa 6 km, il Pico Ruivo, la montagna più alta dell’isola.

Impossibile trovare un luogo più emozionale; camminare su questo sentiero è un’esperienza che va al di là della sfida fisica: è un’immersione nell’anima dell’isola. Ogni passo è sempre più un avvicinamento verso la comprensione profonda di quanto la natura può offrire: le nuvole che rendono il cielo capovolto, i colori del cielo e la profondità del paesaggio, rendono questo sentiero un dipinto in continuo movimento!

Sicuramente, un dei tratti più spettacolari del percorso e uno dei luoghi più iconici, è il Miradouro Pedra Rija, con la sua scalinata che punta all’infinito, in un abbraccio quasi surreale fra terra e cielo.

Dopo aver superato salite, discese e tratti pianeggianti intervallati da tunnel, nell’ultima parte del percorso, il sentiero riprende vigorosamente in salita per raggiungere la vettà più alta dell’isola. Ed è così che ripagati dalla fatica, si raggiunge la cima del Pico Ruivo a quota 1.861 m., con l’intera isola ai nostri piedi!
Davvero una vista impagabile.

Ma l’escursione non è finita! per chi ha raggiunto l’inizio del sentiero in auto, si è solo a metà del trekking. Sarà infatti necessario ripercorrere a senso inverso lo stesso sentiero; stessi luoghi ma con un punto di vista diverso: sarà quasi come camminare in un sentiero totalmente nuovo.

Al rientro a Pico do Areiro, obbligatorio ritemprarsi dalle fatiche con un indimenticamente tramonto sopra le nuvole.

N.B Il sentiero è sconsigliato a chi soffre di vertigini. Io tuttavia non ho avuto grandi problemi nell’affrontarlo in quanto, pur essendo molto ripido ed esposto, è molto ben tenuto con corrimano sempre presenti lungo tutto il percorso.

PONTA DE SAO LOURENCO 8 km | 300 m. disl. | 4 ore

Situato all’estremità orientale di Madeira, questo sentiero costiero offre una vista spettacolare sull’oceano e sulle scogliere. La sua diversità di paesaggi e i paesaggi sorprendenti, rendono questo trekking una tappa imperdibile durante la permanenza sull’isola.

Prima di arrivare alla partenza del trekking, suggerisco di passare prima in auto dai due punti panoramici fra i più belli dell’isola: Miradouro do Canical e Miradouro da Ponta do Rosto. Luoghi incantevoli.

Poco lontano ha invece inizio il sentiero PR8 verso la Ponta de Sao Lourenco, con destinazione il punto più a est dell’isola. Il sentiero è molto ben tracciato in un’unica direzione, ma in molti punti è possibile abbandonare il sentiero principale per brevi deviazioni. Una di queste, assolutamente consigliata, è sicuramente il Miradouro de Abismo, dove si trova un ceppo bianco visibile anche dal basso: la vista da qui lascia senza fiato.

Riprendendo il sentiero, con un po’ di saliscendi e meravigliosi punti panoramici, si raggiunge Casa do Sardinha, un’oasi attrezzata con punto ristoro, sede della Riserva Naturale. Da qui, e con una ripida salita, si raggiunge la cima Ponta do Furado con una vista favolosa sull’estremità orientale: da non perdere.

LEVADA DA 25 FONTES km 9 | 300 m. disl. | 3 ore

La Levada più famosa dell’isola. Le Levada si distinguono dalle Veredas, in quanto posizionate in zone dove sono presenti gli antichi canali di irrigazione, i quali permettevano il trasporto dell’acqua da sorgenti e cascate nelle zone più aride.
Questo trekking, conduce attraverso la valle di Rabaçal fino alle celebri “25 Fontes”. Il sentiero, attraverso una lussureggiante foresta, offre un percorso magico dalla doppia caratteristica: rasserenante grazie alle sue correnti d’acqua ed energizzante, merito delle potenti cascate.
Da qui, è possibile proseguire il sentiero anche per ammirare la scenografica Cascata do Risco.

LEVADA DO CALDEIRAO VERDE 17 km | 100 m. disl. | 6 ore

Questo trekking è il modo migliore per poter scoprire, in una passeggiata mozzafiato,la foresta pluviale laurel, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il percorso, sentiero PR9, segue il corso di un’antico canale d’irrigazione e culmina nella spettacolare cascata di Caldeirão Verde, in un laghetto di color smeraldo.
Lungo il tragitto e attraverso tunnel scavati nella roccia, la natura è qui davvero presente a 360°, sorprendente e fiabesca al tempo stesso.

LEVADA DO FANAL 10 km | 200 m. disl. | 4 ore

La Foresta di Fanal è un tesoro naturale nascosto nell’entroterra dell’isola. Caratterizzata da un’atmosfera mistica e avvolta da alberi secolari, la foresta offre un’esperienza unica e magica per immergersi nella bellezza della natura incontaminata di Madeira.

L’area offre una rete di sentieri di semplice difficoltà che permettono di esplorare a pieno questo gioiello naturale; il più famoso è il Vereda do Fanal di 10 km circa.

In alternativa, per chi ha meno tempo a disposizione, è assolutamente obbligatoria una sosta alla Foresta di Fanal per ammirare l’incantata foresta di Laurissilva, sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Con la nebbia o con il sole, questo luogo ha un’atmosfera tutta sua, quasi mistica e avvolgente.
Ad attribuirgli questa sensazione sono sicuramente gli alberi secolari dalle chiome intrecciate e dalle forme più disparate: sicuramente uno dei luoghi più suggestivi dell’isola.

Paesaggio: ♥♥♥♥♥

Natura: ♥♥♥♥♥

Cultura: ♥♥♥

Accessibilità: ♥♥♥

Mappa di Madeira con highlights

Approfondimenti

CLIMA DI MADEIRA | QUANDO ANDARE

L’isola di Madeira, denominata anche l’isola dall’eterna primavera, gode di un clima subtropicale oceanico che rimane mite e piacevole durante tutto l’anno, merito soprattutto della sua posizione nell’Oceano Atlantico.

Le temperature medie variano dai 16°C ai 22°C in inverno e dai 20°C ai 26°C in estate.
Anche se le temperature raramente scendono al di sotto dei 10°C, i mesi invernali, sono quelli caratterizzati dalle precipitazioni più abbondanti; basta partire preparati.
Da considerare inoltre che la regione presenta differenti microclimi, in particolare nelle zone montuose, con aree più esposte e clima più fresco.

Grazie al clima temperato, l’isola di Madeira è famosa per la sua abbondante flora. La primavera è perciò particolarmente spettacolare, con la fioritura di piante e giardini rigogliosi.

Da non sottovalutare tuttavia anche un viaggio in periodo natalizio: l’isola infatti diventa sotto le feste un grandioso presepe illuminato da migliaia di luci e il Capodanno, con il suo straordinario spettacolo pirotecnico, è uno degli eventi più belli e spettacolari al mondo, tanto da esser stato inserito nel Guinnes dei Primati come il più grande spettacolo del pianeta!

COME ARRIVARE A MADEIRA

L’aeroporto più comodo è quello di Santa Cruz, rinominato “Cristiano Ronaldo Madeira International Airport”. In molti casi, sarà necessario effettuare lo scalo a Lisbona, in altri sarà possibile usufruire del volo diretto in partenza dalle più importanti città italiane. La durata del volo è di circa 4 ore.

La capitale Funchal dista da qui circa 18 km, raggiungibile in 20 minuti circa.

Per chi non ha un auto a noleggio da ritirare in aeroporto, il centro città può essere raggiunto in bus con la compagnia SAM, in partenza ogni ora, o in alternativa con taxi o tramite App Bolt.

COME SPOSTARSI A MADEIRA

In tutta l’isola, in particolare nella capitale Funchal, è presente una rete capillare di bus.
Lo spostamento con bus locali, richiede tuttavia maggior tempo a disposizione, adatto a chi desidera vivere l’isola in maniera più economica e soprattutto sostenibile.
Per chi invece ha minor tempo e desidera esplorare l’isola in lungo e in largo, l’auto a noleggio è sicuramente la soluzione ottimale.
Da tenere in considerazione che negli ultimi 20/30 anni l’isola ha subito una grande trasformazione a livello ingegneristico, soprattutto per il suo aeroporto e per i suoi tunnel. Data la sua conformazione orografica, caratterizzata da pendii ripidi e valli profonde, la mobilità all’interno dell’isola è sempre stata in passato difficoltosa, fino a che non sono state completate centinaia di opere di ingegneria civile.
Per questa ragione, la maggior parte dell’isola è oggi attraversata da una lunga superstrada, costituita da numerosi tunnel e gallerie.
Al di fuori della superstrada, le strade interne sono spesso molto strette e soprattutto ripidissime.

DISTANZE DI MADEIRA

Ecco le principali distanze, con spostamento in auto:

– Aeroporto Santa Cruz – Funchal 18 km/ 20 min
– Funchal – Pico do Arieiro 20 km/ 40 min
– Funchal – Ponta de Sao Lourenco 30 km/ 35 min
– Funchal – Rabacal 40 km/ 50 min
– Funchal – Foresta di Fanal 50 km / 1h
– Funchal – Porto Moniz 50 km / 50 min

Consigli

BAGAGLIO PER MADEIRA

Per fare trekking a Madeira, è importante prepararsi per tutte le eventualità e vestirsi in modo da poter affrontare una varietà di condizioni climatiche e terreni.

Il materiale suggerito è di tipo leggero, impermeabile e traspirante.

E’ consigliabile quindi un abbigliamento a strati adattabile alle variazioni di temperatura, dotandosi di una maglie traspiranti che allontanano l’umidità dalla pelle, seguite da uno strato isolante e da uno esterno impermeabile/resistente al vento.

Meglio l’utilizzo dei pantaloni lunghi o comunque modulabili da lungo a corto e scarpe da trekking con una buona aderenza a qualsiasi terreno.

E’ obbligatorio avere con sé un’adeguata protezione per la pioggia (guscio), per il vento (k-way) e per il sole (cappello, occhiali e protezione solare).

In alcuni sentieri, l’utilizzo dei bastoncini da trekking può aiutare a stabilizzare il passo e a ridurre lo stress sulle articolazioni, specialmente su terreni più sconnessi.

Necessaria una torcia/frontale per affrontare alcuni tunnel non illuminati.

PROGRAMMA DI VIAGGIO A MADEIRA

La straordinarietà e la varietà dell’isola permettono di poter vivere la vacanza in un meraviglioso equilibrio tra esplorazione delle bellezze naturali, relax e scoperta delle varie regioni.

In una settimana è possibile visitare l’isola in tranquillità, sono tuttavia consigliati più giorni, se in aggiunta all’isola di Madeira, si visita anche la vicina isola di Porto Santo.

Se si sceglie di visitare l’isola principalmente per i trekking, è da considerare che il sentiero più lungo è il Pico do Areiro – Pico Ruivo, per cui è necessario ritagliarsi una giornata intera.
Per tutti gli altri trekking, è possibile abbinare la camminata ad altre visite e attività all’interno dell’isola.

Un’ottima soluzione può essere quella di dividere gli spostamenti all’interno dell’isola in 4 macroaree:

  • Funchal centro: Mercado dos Lavradores, Rua Santa Maria, Sé Catedral do Funchal, Igreja de Sao Joao Evangelista do Colégio, Rei da Poncha, Jardim Municipal do Funchal, Lungomare di Funchal.
    Con maggior tempo a disposizione salita in telefericadel quartiere Monte e visita all’immenso Jardim Botanico.
  • Madeira Ovest: Levada das 25 Fontes/Levada do Risco (trekking), Fanal Forest (trekking), Miradouro Ilheus da Ribeira da Janela (foto stop), Porto Moniz (piscine naturali), Seixal (piscine naturali e spiaggia), Miradouro do Véu da Noiva (foto stop), Cascata Agua d’Alto (foto stop), Sao Vicente.
  • Madeira Est: Miradouro da Ponta do Rosto (foto stop), Ponta de Sao Lourenco (trekking), Machico (spiaggia), Porto da Cruz (spiaggia e distilleria di rum), Faial, Miradouro do Guindaste (foto stop), Santana (case tipiche).
  • Madeira Sudovest: Camara de Lobos, Ribeira Brava, Ponta do sol, Waterfall of the Angels (foto stop) Madalena do Mar, Calheta (spiaggia), Jardim do Mar, Miradouro da Raposeira (foto stop), Paul do Mar, Miradouro Farol da Ponta do Pargo, Miradouro do Teleferico das Achadas da Cruz (foto stop), Cabo Girao (foto stop).

DA NON PERDERE A MADEIRA

Tutte le zone sopra indicate meriterebbero una visita, tuttavia, per chi ha pochi giorni a disposizione, a mio parere le visite imperdibili per tutti gli amanti della natura sono:

  • centro di Funchal
  • trekking Pico do Areiro/Pico Ruivo
  • trekking Ponta de Sao Lourenco
  • piscine naturali di Porto Moniz o Seixal
  • levada do Caldeiraio Verde/25 Fontes/do Risco
  • gli innumerevoli e straordinari punti panoramici presenti in tutta l’isola

Informazioni utili

DOVE DORMIRE A MADEIRA

Grazie alla posizione strategica della capitale, il pernotto a Funchal è sicuramente una delle soluzioni migliori per chi desidera scoprire l’isola in ogni suo angolo. Da qui, oltre a poter godere della bellezza dei suoi quartieri, è possibile spostarsi con bus pubblici, con auto a noleggio o prenotando una delle numerose escursioni guidate con prelievo direttamente in hotel.

Per chi preferisce invece una sistemazione in area un po’ più appartata, si può scegliere di pernottare lunga la costa ovest (es. Camara de Lobos, Ponta do Sol, Calheta) oppure nella costa est, in zona aeroporto (es. Canico, Santa Cruz, Machico).
Il costo medio per un alloggio standard è di circa 100 euro per notte, in camera doppia.

Le strutture che posso consigliare sono le seguenti:

EXTRA

EXPERIENCE / ATTIVITA’

RIFERIMENTI UTILI

Subscribe
Avvisami

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti